Glossario LGBT – LGBT

LGBT (o GLBT) è un acronimo che sta per per Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender/Transessuali e viene usato comunemente come termine “collettivo” per indicare la comunità di persone che si riconosce in queste etichette. A volte a questo acronimo si aggiungono altre lettere; le più comuni sono: Q per queer, I per intersessuali, A per alleati eterosessuali.

Coming out

Dall’inglese to come out of the closet (letteralmente uscire dall’armadio), indica il processo di acquisizione per una persona omosessuale di un’identità gay o lesbica positiva, attraverso un percorso di rielaborazione di se stessi (autoaccettazione) e rispetto agli altri (visibilità). Spesso si utilizza erroneamente l’espressione outing come sinonimo.

Outing

Pratica di rendere pubblica l’omosessualità di alcune persone contro il loro volere.

Gay Pride

Termine inglese che indica l’orgoglio inteso come capacità di vivere liberamente e pubblicamente la propria omosessualità, bisessualità o transessualità, senza nascondersi, chiedendo alle istituzioni pari diritti e opportunità. Con lo stesso termine si indica l’insieme delle iniziative e manifestazioni che si svolgono ogni anno e nelle varie città del mondo come momenti di rivendicazione e di visibilità della comunità LGBT nei giorni precedenti o successivi alla data del 28 giugno, che commemora gli scontri avvenuti nel 1969 a New York (Stonewall Riots), considerata simbolicamente il momento di nascita del movimento di liberazione LGBT moderno in tutto il mondo. 

Simboli

Vi sono diversi simboli che si riferiscono all’omosessualità o allo stile di vita lesbico e gay. I più comuni sono i seguenti.

Bandiera arcobaleno

Simbolo internazionale della comunità LGBT, creato dall’artista Gilbert Baker in occasione del Gay Pride di San Francisco del 1978 e composta di otto strisce orizzontali disposte secondo lo spettro dell’iride. Nella versione attuale, la bandiera ha sei colori, che simbolizzano alcuni aspetti della vita: il rosso la vita stessa, l’arancione la salute, il giallo il sole, il verde l’armonia con la natura, il blu l’arte, il viola lo spirito.

Labrys

Simbolo usato dalle lesbiche. Si tratta di un’ascia a doppia lama, che si riferisce all’arma usata dalle amazzoni, le mitiche donne guerriere. L’ascia è anche associata alla dea Demetra e aveva la funzione di scettro sacro per le cerimonie.

Lambda

Lettera greca, scelta dalla Gay Activists Alliance nel 1970 come simbolo della liberazione gay e adottata nel 1974 come simbolo internazionale per indicare i diritti di gay e lesbiche e la protesta contro la cultura dominante.

Simboli di genere

Due simboli del sesso femminile o maschile, intersecati fra loro, sono stati usati dagli anni Novanta in poi per riferirsi all’orientamento rispettivamente lesbico e gay.

Triangolo rosa e triangolo nero

Il triangolo rosa era il marchio che gli uomini deportati e imprigionati nei campi di concentramento nazisti con l’accusa di essere omosessuali erano obbligati a indossare sulla loro divisa per essere distinti dagli altri prigionieri. Alle donne lesbiche, invece, era imposto il triangolo nero degli “asociali”. Dagli anni Settanta in poi, entrambi sono usati come simboli di protesta per i diritti LGBT.