17 maggio 2012: Arcigay Agorà in piazza e nelle scuole contro l’omofobia

Adotta un finocchioGiovedì 17 maggio è la Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia, l’odio e la violenza nei confronti delle persone omo e transessuali, ricorrenza promossa dall’Unione Europea dal 2007.
Il Comitato Provinciale Arcigay Agorà, insieme ad Agedo Pesaro e Urbino (Associazione genitori e amici di omosessuali), GAP (Gruppo Universitario LGBT urbinate) e CGIL Nuovi Diritti saranno in Piazza del Popolo a Pesaro per dare il proprio contributo a questa importante ricorrenza. Dalle 16 alle 20 distribuiremo depliant e materiali informativi sull’omofobia e a ciascuno verrà regalata una bustina con alcuni semi di finocchio.
In collaborazione con la Rete degli Studenti Medi, Federazione degli Studenti Medi e Gap faremo un volantinaggio a tema omofobia in tutte le scuole della regione, perchè è dai ragazzi che si può, e si deve, partire per sconfiggere i cancri odiosi che ammorbano la nostra società.
In Italia sono quotidiane le notizie di ragazze e ragazzi vittime di violenza omofobica, mentre nel mondo esiste persino l’omofobia di Stato: in alcuni paesi l’omosessualità è un reato punibile persino con la morte, come avviene in Iran, dove quattro ragazzi gay sono stati recentemente condannati a morte per “sodomia”.
La lotta all’omofobia passa anche per il riconoscimento dei diritti di ugualianza delle persone omosessuali. Negli Usa il presidente Obama si dichiara favorevole ai matrimoni gay mentre persino il candidato repubblicano Romney apre alle adozioni. In venti Paesi d’Europa esistono leggi per i diritti civili della coppia omosessuale, in Italia non passano nemmeno leggi contro la violenza omofobica. Non è estranea a colpe la Chiesa cattolica, notoriamente omofoba, ma certamente la politica e l’Italia intera può e deve essere diversa, come lo fu votando su divorzio e aborto.
E’ necessario intervenire sul tema, perché dove la legge lascia un vuoto si annida il peggio dell’umanità: sopraffazione, dolore, odio e violenza. È ora di finirla.
 
Valerio Mezzolani, presidente Comitato Arcigay “Agorà”

Che ne pensi?

Fai login o registrati; altrimenti, compila i seguenti campi: